Brasil: 26/05/2017 6:12  Itália: 26/05/2017 11:12
Escolha o circulo trentino do seu Estado
Circolo Trentino

Notícias

Mezzo metro di neve a Trento nell'ultimo 10 dicembre


TRENTO - Mezzo metro di neve era annunciato e mezzo metro di neve è arrivato. Le precipitazioni sono iniziate all'una della scorsa notte. Prima piano, poi, in maniera sempre più intensa. Da oggi e fino a domani, complice l'aumento della temperatura, nel fondovalle i fiocchi bianchi dovrebbero lasciar posto alla pioggia. Considerata la difficoltà a muoversi e l'impossibilità di liberare le strade in tempi rapidissimi la Provincia ha disposto per oggi al chiusura delle scuole di ogni ordine e grado.

Dalle scuole materne alle superiori tutti a casa. E per qualcuno la vacanza potrebbe protrarsi di un giorno visto lo sciopero generale della Cgil annunciato per domani. «Non siamo in grado di garantire la sicurezza dei trasporti dei ragazzi e chiediamo a tutti di limitare al massimo l'uso dell'automobile», ha spiegato ieri il capo della protezione civile Claudio Bortolotti al termine dell'ultimo summit alla caserma dei vigili del fuoco, ieri bersagliati di telefonate.

Con la neve, infatti, sono ovviamente arrivati anche i disagi soprattutto di chi non ha potuto o non ha voluto lasciare l'auto a casa. A rendere caotica la situazione sono stati soprattutto i mezzi pesanti. In molti punti sono stati bloccati dagli agenti per montare le catene e si sono formate code. Dove non è andata così è andata anche peggio. A Meano, Padergnone, in val di Non, sulla strada del Bus de Vela solo per citare alcuni casi, sono dovuti intervenire i mezzi pesanti dei vigili del fuoco per rimuovere camion messi di traverso che ostruivano la circolazione creando code chilometriche. Il caso più grave si è verificato a Spini dove una cisterna di carburante si è fermata sui binari della Trento-Malé bloccando il passaggio dei treni.

Nel pomeriggio, con l'intensificarsi delle precipitazioni, la situazione è diventata ancora più critica. Sono cadute piante ovunque e i vigili del fuoco hanno dovuto inseguire e risolvere decine e decine di emergenze da Coredo ad Avio, da Aldeno a Mezzocorona. Un unico intervento ha riguardato un soccorso di persona. È accaduto a Fondo dove in mattinata è arrivato l'allarme per una ricerca di un residente. L'uomo è stato trovato nel primo pomeriggio e portato all'ospedale per accertamenti. Le sue condizioni non sono gravi. Rischio crolli. La neve vecchia, sommata ai 50-60 centimetri caduti ieri, ha formato carichi sui tetti di oltre 200 chili al metro quadro.

Pesi che sono già quasi al limite e ora, con l'arrivo della pioggia, il pericolo, soprattutto in costruzioni vecchie, è che si possano verificare dei crolli. Mezzi al lavoro. Su tutte le strade, fin dalla notte, hanno lavorato 250 mezzi della protezione civile, circa un mezzo per ogni 10 chilometri. Sull'Autostrada del Brennero si sono registrate code alle uscite di Trento centro e Trento nord e rallentamenti fra Rovereto e il capoluogo in direzione nord. Questo soprattutto per colpa dei camion che si sono bloccati sulle rampe di uscita ostacolando la circolazione anche per chi avrebbe potuto viaggiare. Verso sera, per alleggerire i disagi, i tir superiori ai 75 quintali sono stati obbligatoriamente fatti uscire dalla A22 al casello di Verona Nord e hanno trascorso la notte nei parcheggi dello stadio e della fiera.

La raccomandazione. La Provincia raccomanda gli automobilisti di spostarsi con i mezzi pubblici o in alternativa con mezzi propri solo se muniti di gomme da neve o catene. Per i mezzi pesanti più di 35 quintali è invece obbligatorio l'uso di catene. Per far rispettare questo obbligo sono stati istituiti, su tutte le strade principali, 20 presidi delle forze dell'ordine. Black out. Sono tornati a cadere gli alberi e di conseguenza è tornato l'incubo black out per 1.500 utenti. Interruzioni di energia ieri mattina erano segnalate in val di Non, a Ruffrè.

In zona sono al lavoro le squadre, incaricate di ripristinare i collegamenti, mentre la Protezione civile ha fatto arrivare in loco i gruppi elettrogeni. Dal pomeriggio problemi sono stati segnalati dalla Set anche in Valsugana, in particolare nella zona di Pergine, Levico, Roncone e Bieno, nelle Giudicarie Esteriori (Lomaso), nella zona di Lagolo e a Loppio, nel comune di Mori. La società assicura che i tecnici opereranno 24 ore su 24 per riparare i guasti ma la loro è una lotta impari: «Per un albero recuperato, ne cadono altri dieci».

Strade chiuse. Alta Valsugana: sp 133 di Monterovere chiusa dal km 4 al km 11 per pericolo valanghe; sp 142 dei Fiorentini chiusa dal passo Sommo fino al confine provinciale per pericolo valanghe. Bassa Valsugana: sp 79 del Broccon lato Canal San Bovo chiusa per pericolo valanghe. Ss 50 del passo Rolle chiusa da San Martino a passo Rolle per pericolo valanghe. Alta Cembra-Fiemme e Fassa: ss 48 delle Dolomiti chiusa al passo Pordoi sul versante bellunese; ss 641 del passo Fedaia dalla località Pian Trevisan fino al passo; sp 31 del Manghen per chiusura stagionale.

Trento, Bassa Cembra e Monte Bondone: sp 25 di Garniga chiusa da Garniga Vecchia fino alle Caserme Viote; Sp 85 del Bondone chiusa tra le Viote (km 20,500) a Lagolo (km 30,5); Sp 85 del Bondone chiusa oltre Candriai nella notte; sp 58 di Faedo chiusa dalla località Pineta a fine strada.

Val di Non e Sole: Sp 86 di Rabbi chiusa nel tratto Fonti - Plan; sp 34 del Lisano Sesena nel tratto Ragoli-Stenico chiusa per frana. Valli Giudicarie: ss 239 tratto Carisolo Campiglio obbligo di catene montate; sp 242 di val di Bondone in comune di Roncone chiusa per pericolo caduta piante. Vallagarina e Altopiano di Folgaria: sp 211 dei Monti Lessini chiusa dal km 8.

Patrizia Todesco

 
Fonte:

Voltar ao índice de notícias

ufficio stampa

Mural

Veja todos os recados
Olá a todos. Gostaria de saber mais sobre a famíl ...
OSMIR LUIZ SARDAGNA JUNIOR
Joinville - 08/02/2016
Olá, Bom dia! Sou Alberto Perini Neto de Lavras, g ...
ALBERTO PERINI NETO
Lavras - 03/09/2013
I ENCONTRO DA FAMILIA DELLAI DIA 06/10/2013 EM SI ...
FRANCISCO DELLAI
ARARAS - 03/09/2013
Procuro informacoes sobre a familia Comper agradeç ...
EDERSON COMPER
Lebon Regis - 01/09/2013
NOME DO MEU AVO ANTONIO DALPRAT AVO´EMILIA LOTTER ...
SONIA MARIA DALPRAT DE HELD
VINHEDO - 23/08/2013
Aqui em Alfredo Chaves (ES) existe uma grande famí ...
RUZERTE DE PAULA GAIGHER
- 17/08/2013
Ola! posso te ajudar ? sou da família Pizzini , qu ...
GIOVANNA PIZZINI ZONTA
Sorocaba - 10/08/2013
buonasera,sono il nipote diGIAMPIETRO CARRARO E WA ...
PAOLO FERRAMOSCA DOMENICONI
cittadella - 27/07/2013
Olá Nayara como vai? Espero que bem! Gostaria de c ...
MARI
SAO PAULO - 20/07/2013
Ola Nayara, eu tbém sou descendente de trentinos, ...
JOAO STEPHANO
Londrina - 14/07/2013
Amanda peliciolli cantora e instrumentista canta e ...
AMANDA PELICIOLLI
LUZERNA S/C - 07/07/2013
Olá Paulo, Sou descendente de Marchi por parte de ...
DANIELA CAMPESTRINI
Joinville - 24/06/2013
Andressa, as irmãs de meu avo Orsola Anesi casou c ...
DANIL JOÃO ANESI
Blumenau - 21/06/2013
Ola Sou descendente dos Girardi e Stolf. Tenho al ...
SANDRA GIRARDI
Blumenau - 08/06/2013
Veja todos os recados

Enquete

Para solucionar o problema das “filas da cidadania” diante dos consulados italianos no Brasil, o governo italiano lançou a “task force”. O que você acha disso ?
Resultado parcial

Publicidade



E-mail:
Senha
Comunità trentina del Brasile
Comunità dei circoli trentini del Brasile - http://www.trentini.com.br/